lunedì 31 ottobre 2011

Halloween o Samhain, una delle più antiche tradizioni europee

Halloween è da sempre una fonte di ispirazione inesauribile per le mie creazioni, devo dedicargli un post :))







Purtroppo la festa di Halloween si è trasformata in un evento commerciale fine a se stesso ma pochi sanno che è una delle feste più antiche d'Europa

Molti credono che sia una festa americana ma Halloween è un'antichissima festa irlandese in origine chiamata Samhain. I celti festeggiavano Samhain dal 31 ottobre al 1 novembre ed era la Festa di fine Estate. Samhin era la loro principale festa, i celti dividevano  l'anno in due parti: inverno detto " geimhredh" (il cui inizio era segnato dalla festa di Samhain) ed estate detta "samradh" (di cui l'inizio era segnato da Beltane). I Celti erano influenzati principalmente dai cicli lunari e delle stelle che segnavano lo scorrere dell'anno agricolo che iniziava con Samhain (in novembre), alla fine dei raccolti, quando il terreno veniva preparato per l'inverno. A livello spirituale il 31 ottobre era la notte dove venivano abbassate le barriere fra i mondi e permettendo al mondo dei morti di entrare in contatto con quello dei vivi.  Non solo, anche L’abitudine di mascherarsi deriva  dall’usanza celtica di indossare pelli di animali e maschere mostruose durante i riti di Samhain e dell’accensione del Fuoco Sacro, per spaventare gli spiriti e tenerli lontani dai villaggi.

Ma perchè la festa di Halloween è legata agli Stati Uniti? Perché tra il 1845 e il 1850, a causa di una malattia che devastò le coltivazioni di patate, circa 700mila Irlandesi emigrarono in America, portando con sé le loro usanze, tra cui anche quella di festeggiare Halloween

Anche la maggior parte della simbologia di Halloween è di origine irlandese. La più famosa è quella di Jack O'Lantern ovvero perchè si fa la lanterna con la zucca (anche se in origine si usavano rape, barbabietole o cavoli rapa, la zucca fu usata dopo la "grande emigrazione" irlandese negli USA verso la metà dell'800):


"Tanto tempo fa, in Irlanda, viveva un uomo schivo di nome Jack. Jack trascorreva tutte le sue giornate tra una taverna e l'altra a bere. Era molto avaro e, per questo, non invitava mai nessuno al suo tavolo a bere in compagnia. Quando a volte, qualcuno lo invitava, Jack subito rifiutava, temendo poi di dover contraccambiare. Tutto questo non lo preoccupava minimamente e, in tutta la sua vita, non aveva mai avuto nemmeno un amico. Un giorno Jack morì, e quando si presentò in Paradiso, il Signore non volle accoglierlo a causa della sua avarizia e, gli consigliò di rivolgersi al Regno dei Malvagi. Allora, non avendo altra scelta, Jack bussò alla porta degli Inferi e, nel buio totale, ebbe anche lì una brutta sorpresa. Il Diavolo lo riconobbe e si rifiutò pure lui di ospitarlo. Poiché Jack insisteva per entrare, il Diavolo lo scacciò in malo modo e gli gettò addosso un tizzone ardente. Jack, per farsi luce lo raccolse e lo mise dentro ad una zucca e fu costretto a tornare nel mondo dei vivi.Fu così che cominciò a vagare con quella lanterna alla ricerca di qualcuno che lo potesse ospitare, ma tutti lo evitavano come se fosse appestato.Ancora oggi, secondo la leggenda, Jack vaga sulla terra con la sua lanterna sempre accesa, ma sempre solo, come aveva scelto di vivere."